L’effetto evanescente dei Tzigani – Esistono gli Tzigani ? ‘Ing. & Fr.)

roms-9

Gypsy evanescence, do Gypsies exist ? « Everywhere and always, Gypsies are different from the people they encounter, but not always and everywhere similarly; there is a link between the way of life and the personality of the non-Gypsies and the way of life and the personality of the Gypsies when in contact with one another. […] Cultural Gypsy characteristics can not be reduced to borrowed features. Activities after which the Gadjkene Gypsies from Auvergne withdraw from the non-Gypsy society (selection, abstention, withdrawal, silence) are very common; they result in a set of rituals regulating the relation between the living and the dead, and beyond, the relation to others …” P. WilliamsCentre National de la Recherche Scientifique (CNRS) – Translated by myself.  Continue reading

Advertisements

Roma, ideali rettilinei e poesia urbana

Eur, dove la Roma che scopriamo è degna di un set cinematografico, un set creato e organizzato per un film girato di più per un film girato più di 70 anni fa. Questo film è stato il fascismo, e il suo creatore, regista, sceneggiatore e attore principale era nientemeno che Benito Mussolini. Gli elementi fascisti della piazza sono monotoni, pretenziosi, rude rudi e massicci. Il luogo era solo puro oggetto di propaganda, un modello politico d’arte un modello di arte politica che cerca di mettere insieme i le tre Roma (Romana, Cattolica pontificia e fascista romana, Cattolica pontificia e fascista) e di presentare il Duce come il nuovo Augusto.
Affini e antitetici, critiche di sul potere, spesso intenzionalmente ironiche, celebrazioni delle gesta di calcio di Roma per Lazio delle prodezze calcistiche della Roma sulla Lazio e viceversa, dichiarazioni d’amore pieni piene di poesia o più semplicistiche, ma anche iscrizioni offensive, a volte fascisti fasciste o razzisti razziste, i muri di Roma sono una superficie infinita su cui il cittadino romano si esprime fin dai tempi di Cesare.
Continue reading